Città x Città

Da Udine a Catania, ecco tutte le iniziative

Leggi tutto: Da Udine a Catania, ecco tutte le iniziative

ROMA (PIAZZA DEL CAMPIDOGLIO)

25 novembre 2013
Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne
PIAZZA DEL CAMPIDOGLIO
dalle ore 17.00 alle ore 19.00
e
CASA INTERNAZIONALE DELLE DONNE
dalle ore 20.00
DONNE IN PIAZZA
La violenza ci costa...la vita
partecipano
Anarkikka, Assolei, Be Free, Casa Internazionale delle Donne di Roma, CGIL Roma e Lazio, Fondazione Pangea, Freedom for Birth Rome Action Group, Sciopero delle donne, Punto D, UDI La Goccia, UDI Monteverde, UDI Nazionale
e le studentesse e gli studenti dell'Istituto Tecnico Statale “V. D’ALESSANDRO” di Lagonegro (PZ)
Presenta e conduce Betta Cianchini,
con la collaborazione di Adriana Terzo e Barbara Romagnoli
In ogni angolo della piazza le associazioni saranno libere di esprimersi, fare allestimenti, organizzare le proprie manifestazioni, esporre striscioni, distribuire volantini e materiale informativo su servizi e sportelli.
I Guanti Rossi: a tutte le donne che vorranno partecipare chiediamo di indossare guanti rossi, e comunque una maglia o un foulard o un nastro rosso...
Le scarpe rosse della Cgil: saranno lasciate a terra scarpe rosse in memoria delle donne che quelle scarpe, purtroppo, non le indossano più.
Leghiamo le città di Punto D: le Trampoliere inizieranno a “legare la piazza” del Campidoglio con dei fili rossi, nell’ambito dell’iniziativa “Leghiamo le città”: un filo rosso continuo, simbolico, per intessere una rete sinergica tra la società civile, le operatrici e gli operatori, le istituzioni.
Un filo rosso di pensieri: chi vorrà, potrà attaccare sui fili rossi che legheranno la piazza, un biglietto con una propria riflessione, un messaggio, un nome, per dire la propria rabbia, per ricordare, per riflettere… quando con la voce non si riesce a farlo.
Poco prima delle 17.00, le Trampoliere inizieranno a legare la piazza del Campidoglio con fili rossi e il coro del circolo Bosio diretto da Sara Modigliani canterà “Se otto ore vi sembran poche…”, con distribuzione del testo in piazza per poter cantare tutte insieme. Dopo il coro, le studentesse e gli studenti della scuola di Lagonegro indosseranno una maschera bianca e un cartello al collo, sul quale è scritto il nome di ogni donna uccisa... Non sveliamo tutti i dettagli del pomeriggio del 25 novembre perché saranno oggetto di una conferenza stampa che si terrà a Roma la prossima settimana. Vi anticipiamo ancora che fino alle 19 ci saranno performance, lettura di testi, testimonianze, brevi flashmob teatrali, i disegni di Anarkikka a far da cornice. La serata proseguirà alla Casa internazionale delle donne.

 

VITTORIA (RAGUSA)

Anche l'associazione Donne a Sud di Vittoria (RG) lunedì aderisce allo sciopero con una serie di iniziative. Di mattina saremo all’istituto d’istruzione superiore "G.Carducci " di Comiso. 
In apertura sono previsti i saluti delle autorità e dei rappresentanti delle forze dell’ordine. Subito dopo incontro dibattito con gli studenti sul tema “Basta violenza alle donne", presentazione di corso di autodifesa e, al termine, flash mob organizzato e curato proprio dagli studenti. Nel pomeriggio un momento di riflessione comune nella nostra sede.

 

ROMA, LEGAMBIENTE ORGANIZZA
Reading NoStop dalle 12 alle 14 a Villa Ada
L'appuntamento è alle 12 presso la sede di Legambiente, via Salaria 403
Reading ( se volete contribuire portate qualcosa da leggere e condividere: brevi racconti, poesie, un vostro pensiero); ore 14 picnic (ognuno porta qualcosa); dalle 15 alle 16 per chi vuole ci sarà una lezione di Open YOGA;
con noi Roberta Albanesi, cantautrice romana del progetto Uommene della Compagnia Nuove Indye

 

IMOLA
25 novembre, il Coordinamento Sciopero delle donne - Imola organizza:
ore 7.00 FLASH MOB - IMOLA STAZIONE DEI TRENI

DOVE C'È VIOLENZA NON C'È AMORE...
LE REGOLE
Coppie (di ogni genere) in atteggiamento amorevole o affettuoso per 10 minuti restano immobili indossando o la maglietta dello sciopero o qualcosa di rosso. Contestualmente un paio di cartelli o striscioni finalizzati a collegare la performance alla giornata internazionale contro la violenza sulle donne:
"Dove c'è violenza non c'è amore"
Si comunicherà l'appuntamento della sera in piazza Matteotti alle 18.
Le persone interessate a partecipare possono scrivere una mail a:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

A seguire:
La mattina si terrà un'assemblea di istituto del Polo Liceale della città in cui si parlerà di violenza maschile sulle donne con interventi del Centro Antiviolenza di Trama di Terre e altro.
Diverse lavoratrici e alcune responsabili di cooperative organizzeranno nel corso della giornata la fermata del lavoro e azioni dimostrative nelle loro sedi. Dove non sarà possibile fermarsi sul lavoro verrà proposto alle lavoratrici di manifestare la propria adesione indossando magliette, spille o adesivi. La presidente di una grande cooperativa composta al 90% da donne che lavora nei servizi alla persona, ha annunciato che chiuderà la sede principale della cooperativa e, insieme alle sue colleghe, scenderà a volantinare in mezzo agli operai e alle operaie.
La ditta ARCESE di Castel S. Pietro Terme organizza un'assemblea di 15 minuti con le lavoratrici ed i lavoratori
L'IDROCONTROL invita le donne ad indossare qualcosa di rosso e munirsi di magliette

Seacoop: il Cda ha inviato comunicazione della giornata e materiali a tutti i suoi servizi. La sede centrale sarà chiusa da mezzogiorno in poi e le dipendenti scenderanno all'ora di pranzo a volantinare alla Camst.
Perledonne andrà a volantinare nei centri sociali durante le tombole e, il 25, faranno azioni dimostrative sulle strisce pedonali sotto la loro sede.

Manifestazione pubblica, dove far confluire i vari percorsi di mobilitazione attivati nel corso della giornata, sotto la sede del Comune di Imola, in Piazza Matteotti, alle 18
La giornata si concluderà con lo spettacolo teatrale "Marcella. O dell'uccisione dell'anima", della compagnia I Barbariciridicoli, presso la Sala Mariele Ventre (Palazzo Monsignani), via Emilia, 69. Lo spettacolo è promosso dal Centro Antiviolenza di Trama di Terre, in collaborazione con UDI Imola, Coordinamento donne Cgil e Spi-Cgil, Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Imola e Oratorio S. Giacomo).

 

L'Amministrazione Comunale di Imola, come simbolo di adesione allo sciopero, proietterà, sulla pavimentazione della Piazza Matteotti, nelle ore serali, un fascio di luce rossa con la scritta "25 novembre 2013 - Giornata mondiale contro la violenza maschile sulle donne".

 

MILANO
BASTA! alla violenza verso le donne ma BASTA! anche a tutte le forme di violenza contro le persone senza distinzioni. BASTA! alla cultura della violenza che predomina il senso comune. BASTA! alla paura che si insinua dietro ogni violenza. L'appuntamento è per il 25 novembre a Piazza del Duomo, tutto il giorno. Un flash mob fotografico come un urlo in simultanea per dire BASTA! L'obiettivo è trasformare un pannello installato in una zona centrale di Milano in un grande quadro di protesta col fine di sensibilizzare i cittadini al tema della violenza. Le istantanee saranno scattate direttamente sul luogo dell'evento da alcuni fotografi del Circolo Fotografico Milanese e poi posizionate sul pannello dai partecipanti per andare a formare il mosaico delle grida BASTA! contro la violenza. Per la prima volta, per chi non sarà a Milano lunedì 25 o per chi non potrà partecipare all'evento, è prevista la realizzazione di un pannello virtuale sul quale sarà possibile postare le proprie foto utilizzando un qualsiasi dispositivo mobile o pc. Si potrà condividere il mosaico su pagine Facebook o su altri social network per dar voce ad un grido che deve essere sentito il più lontano possibile.
Per partecipare online basterà collegarsi al link:

www.funmob.com/basta e seguire le semplici istruzioni.

Trovate l'evento su Facebook e Funmob ai seguenti link:

https://www.facebook.com/events/237749089725402
http://www.funmob.com/flashmob-milano/basta-25-novembre-giornata-internazionale-contro-la-violenza-sulle-donne

Organizza Associazione Tamara Onlus con la collaborazione di Funmob, Circolo Fotografico Milanese www.circolofotograficomilanese.it, Zona fotografica/Barbara Frigerio contemporary art - Fujifilm, Sciopero delle Donne
Con il patrocinio dell'assessorato alle politiche sociali del Comune di Milano.

 

LECCE E PROVINCIA
Le infermiere e gli Infermieri Pediatrici dell'Associazione Cnai Salentum il 25/11 appunteranno un fiocco rosso sulla divisa. Sono infermieri e infermiere che lavorano nell' emergenza, nei pronto soccorsi, alcuni hanno conseguito il master in infortunistica forense, conoscendo anche tecniche per affrontare e gestire con competenza episodi di maltrattamenti e violenza.

 

BOLOGNA
Le lavoratrici della biblioteca Sala Borsa di Bologna hanno aderito allo sciopero del 25 novembre restando ferme davanti all'entrata della biblioteca (che il lunedì è chiusa al pubblico) per 15 minuti, dalle 11,45 alle 12. Hanno esposto il colore rosso e il volantino. Sono stati invitati ad aderire anche i lavoratori maschi della biblioteca, aderendo alla campagna Noi no (noino.org)

 

NOVA MILANESE (MONZA)
Sospendere le attività per 15 minuti, appendere alle finestre drappi rossi, e lettura in tutti i nostri corsi dell'Università del tempo libero delle motivazioni e del significato di tale giornata.
Associazione Cascina Triestina

 

CAGLIARI
Esposizione di un drappo rosso (tappeto, lenzuolo, foulard, stoffa) nei balconi e alle finestre nella città di Cagliari, sia la partecipazione, indossando un capo di vestiario rosso, ad un corteo che partendo da Piazza Garibaldi (ore 17.30) arriverà alla terrazza del Bastione di Cagliari, dove Rossella Faa, Gisella Vacca e Patrizia Littera presteranno la loro voce per leggere brani scelti dal libro "Ferite a morte" di Serena Dandini. Si invita le/i partecipanti a portare con sè un paio di scarpe rosse che potrà depositare simbolicamente nel Bastione.
Promuovono SNOQ Cagliari, CGIL, UIL, l'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Cagliari, la Commissione delle Pari Opportunità del Comune di Cagliari, Amistantzia,X conoscere X fare.

 

UDINE
venerdì 22 novembre, alle 17 nella Casa della Contadinanza sul colle del Castello: firma del protocollo d'intesa "Udine città libera dalla violenza sulle donne". Il protocollo, che sarà firmato dal sindaco di Udine, Furio Honsell, prevede un accordo tra Comune, progetto "Zero Tolerance", Cgil, Cisl e Uil di Udine e prevede una serie di interventi ed azioni concrete con interventi di informazione e prevenzione a contrasto della violenza su donne e minori. Alla firma del protocollo, per il Comune, saranno presenti anche l'assessore Del Torre e l'assessore alla Salute ed Equità sociale, Simona Liguori.
Sabato 23 novembre alle 11 a palazzo Giacomelli, sede del Museo Etnografico del Friuli, invece, inaugurazione di "Con lettere purpuree", una performance collettiva a cura di "Donna Arte Ricerca Sperimentazione" ispirata all'antico mito di Procne e Filomena ripreso nelle Metamorfosi di Ovidio. La mostra sarà visitabile fino al 1° dicembre.
Lunedì 25 novembre, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne: flash mob. Appuntamento sotto la sede del Comune in piazzetta Lionello alle 17 con la partecipazione di molte associazioni e realtà femminili cittadine e non solo. L'invito, esteso a donne e uomini, è quello di partecipare in massa per gridare il proprio dissenso al dramma della violenza sulle donne partecipando all'iniziativa indossando un capo o un accessorio di colore rosso.
giovedì 28 novembre alle 18 alla Casa della Contadinanza. Conferenza "Asimmetrie di genere e divisione del lavoro nelle diverse società umane". Insieme con il pubblico dialogheranno Paola Visentini, conservatrice dei Civici Musei di Udine, e Giovanni Dore, etnologo dell'Africa all'Università di Venezia. Tutte le iniziative sono a ingresso gratuito e rientrano nella campagna "365 NO alla violenza contro le donne" a cui il Comune ha aderito quest'anno.
https://www.facebook.com/CommissionePariOpportunitaComuneDiUdine

 

TORRE DEL GRECO - NAPOLI
Lunedì 25 novembre.

Esposizione di drappi rossi su balconi e finestre di case, negozi, sedi istituzionale

Mattinata di sensibilizzazione nelle scuole cittadine supportate da specifica circolare dell'assessorato all'Istruzione;

Ore 18: fiaccolata dalla Villa comunale a via S. Noto promossa da enti e associazioni

(Ass. ALT, Arcidonna, CGIL TdG, Comitato Pro Maresca, Commissione Pari Opportunità, Gazebo Rosa, Polo Artistico Torrese, Radiosiani, Solo donne Rosanna)

- a seguire reading, riflessioni, musica e danze.

 

NAPOLI
L'associazione XX che è femmina, composta da donne provenienti da vari settori, con il progetto Passaggio Segreto, per la giornata del 25 novembre 2013 sta preparando una serie di tovagliolini sottobicchieri da distribuire nei vari bar del centro storico della città, su ognuno dei quali è stampato un bacio col rossetto rosso e il nome di una delle vittime di femminicidio dell'ultimo anno, con età e causa della morte. Intendiamo con questo gesto simbolico sensibilizzare l'attenzione di chi non sta partecipando alle manifestazioni, per ricordare che purtroppo, le vittime possono essere molto più vicine a noi di quanto possiamo immaginare.

 

Snoq Napoli il 25 Novembre organizza
la mattina presso l'istituto psicopedagogico Mazzini incontro/scambio con le studentesse e gli studenti degli Istituti superiori Villari e Pansini per un reading e la performance "Don't touch Women- Mai più .....ferite a morte " a cura di Fabrizio Miano con brani da "Ferite a Morte" di Serena Dandini, con la partecipazione di attrici e 50 allieve/i del Liceo Villari

alle 13 presso l'Antisala dei Baroni del Maschio Angioino intervento Se non ora quando-Napoli su DL Sicurezza/Violenza sulle donne nella giornata di studio del Comune di Napoli "Mai più violenza contro le donne" indetta dalla Consulta delle Elette, con la partecipazione delle consigliere e delle associazioni femminili;

nel pomeriggio alle 16 e 15 nella galleria Principe UmbertoI e alle 17,00 nello slargo Via Diaz , ci sarà la performance "Don't touch Women- Mai più .....ferite a morte " a cura di Fabrizio Miano con brani da "Ferite a Morte" di Serena Dandini con la partecipazione di attrici e 50 allieve/i del Liceo Villari

 

CASERTA
Le donne dell'Associazione Spazio Donna Onlus il 25 novembre saranno in piazza, ognuna indossando qualcosa di rosso, per dar vita ad un flashmob durante il quale verranno fatti volare centinaia di palloncini rossi.

 

CAMPOBASSO
Piazza Municipio, dalle ore 18 alle ore 20. Scarpe rosse per calcare gli stessi passi, fili rossi per intessere solidarietà, fermare il femminicidio, per l'affermazione e l'autodeterminazione delle donne. Scarpe rosse saranno lasciate a terra in memoria delle donne che quelle scarpe, purtroppo, non le indossano più, vittime di un fenomeno sistemico e non emergenziale che ancora in troppi negano.

 

MASSA
L'associazione A.R.Pa. in collaborazione con Soroptimist International Club di Apuania, organizza una serie di incontri sul tema della violenza sulle donne ed il 25 saranno in una delle scuole superiori della nostra città:

Questo il link al post dedicato sul nostro blog dove potrete trovare locandina e tutte le specifiche dell'iniziativa: http://arparita.blogspot.it/2013/11/prosegue-il-cammino-di-genere-nelle.html

 

BADOLATO - CATANZARO
In negozi e botteghe locali (da lunedì 18 a lunedì 25 novembre) con drappo rosso

23 Novembre, ore 21.00, presso il Teatro comunale-Residenza "MigraMenti" di Badolato Marina: spettacolo teatrale "Amore e Stalking – Un viaggio all'inferno" (produzione Teatro RossoSimona con la regia di Lindo Nudo)

24 Novembre, ore 17.00 – Badolato Borgo – Corso Umberto I – momento di riflessione collettiva con minuto di silenzio e letture a cura di AnnaMaria De Luca;

25 Novembre, ore 17.00 – Badolato Marina – Monumento "8 Marzo" momento di riflessione collettiva con minuto di silenzio e lettura a cura di AnnaMaria De Luca.

Il comitato badolatese "25 novembre 2013" invita, inoltre, tutta la cittadinanza a sostenere le iniziative in programma, partecipandovi con interesse, e a esporre dai propri balconi e dalle proprie finestre di casa, lungo l'intera giornata del prossimo 25 novembre, lenzuola e/o pezzi di stoffa rossi in segno di adesione e protesta.

 

GIOVINAZZO (BARI)
Tutti i commercianti nelle loro vetrine metteranno qualcosa di rosso, dal balcone del comune scenderà un lunghissimo lenzuolo rosso.
Ore 9 Auditorium Don Tonino Bello
Ore 18 tavola rotonda nella sala conferenze S. Felice
Tutti gli invitati indosseranno qualcosa di rosso.
A cura di Associazione Eugema e Posto Occupato

 

 

ISOLA CAPO RIZZUTO (CROTONE)
Sabato 23, l'associazione Apeiron organizza l'evento "Violente ... Mente"
Domenica 24, installazione del corteo di scarpe rosse a Le Castella, ad opera del giornale online di Isola (www.isolacaporizzuto.weboggi.it), in serata, piece teatrale a cura del Comune
Lunedì 25, corteo lungo le strade del paese che si concluderà di fronte al Comune, dal quale penderanno drappi rossi.

 

CESENA
Tre stendardi rossi saranno stesi fuori da tre palazzi significativi della città tra cui quello comunale con la scritta LA CITTA DI CESENA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE.
Tra le iniziative:
25 novembre 2013 ore 9.00 Galleria Ex Pescheria
"If you were me" SE TU FOSSI ME di Maria Sara Cetraro e Serena Giardino
Laboratorio con le scuole superiori:scambiarsi i ruoli mettersi nei panni dell'altro è un modo efficace per scardinare discriminazione e violenza. Riflessioni di Cinzia Albanesi Dipartimento di Psicologia Università di Bologna. A cura di Associazione AterA
25 novembre 2013 appuntamento in Piazza del Popolo alle 16. A seguire LA FORZA DELLE PAROLE Performance teatrale a cura di Compagnia Fuori Scena

 

SOMMA LOMBARDO (VARESE)
- 20 novembre a Somma Lombardo ore 21 Via Marconi spettacolo "Lo spazio bianco", mostra fotografica dei movimenti delle donne di tutto il mondo, Installazione di Scarpe con nome, età e data per non dimenticare di e con Michela Prando e Clara Ravizzotti.
- 25 novembre serata sullo Stalking organizza il Comune di Somma Lombardo.

 

VARESE
- 23 Novembre tutti in Piazza a Varese, organizza EOS Centro antiviolenza di Varese e il comune di Varese
- 24 novembre la consulta per le parità e le Pari opportunità fra uomo e donna e il comune di Gallarate organizzano al Teatro del popolo spettacolo "Lo spazio bianco", mostra fotografica dei movimenti delle donne di tutto ili mondo, Installazione di Scarpe con nome, età e data per non dimenticare di e con Michela Prando e Clara Ravizzotti.
- 25 novembre la Cooperativa L'Aquilone di Sesto Calende aderisce a Stoffe rosse ai balconi.

 

CALTAGIRONE (CATANIA)
25 novembre Ore 17.30 Palazzo di città - Salone di Rappresentanza
Incontro-dibattito dal titolo "Libertà negate",
Il colore Rosso caratterizzerà l'incontro.

 

POTENZA
25 novembre
Telefono Donna invita le donne lucane a stendere fuori i balconi o le finestre drappi, lenzuola, sciarpe rosse, e a indossare qualcosa di rosso per rendere visibile il loro no a questa cultura della violenza.
Alle ore 20.30 Teatro Stabile di Potenza per assistere a "Donne in cinque atti", nata dalla collaborazione tra Telefono Donna e Gommalacca Teatro dove proseguirà il filo rosso della giornata.

 

Parabita (Lecce)

Il comitato "La violenza nega l'esistenza", propone a livello provinciale la campagna contro la violenza sulle donne. Verranno coinvolti anche enti pubblici, uffici, esercizi commerciali ed associazioni di categoria che saranno invitati ad esporre un drappo rosso.
Inoltre, per le strade e le piazze della città di Parabita, verranno installate delle sagome di donne dipinte di rosso con l'indicazione del numero antiviolenza 1522.

 

 

SAN SEVERO (FOGGIA)
DOMENICA 24 novembre ore 19.00
P.zza Municipio San Severo (FG)
(In caso di tempo avverso Foyer Teatro Comunale) :
Teatro dell'Oppresso: Provocazioni sul tema
(Roberto Mazzini-Cooperativa Giolli)
LUNEDì 25 novembre ore 17.30
P.zza Allegato San Severo (FG)
(In caso di tempo avverso Foyer Teatro Comunale):
Momenti di riflessione: Pensieri e Parole.........
(con l'intervento amichevole di Massimo Sentinella)
MARTEDì 26 novembre ore 17.00
Biblioteca Comunale "Minuziano" San Severo (FG)
Tavola Rotonda: Femminicidio, cosa prevede il nuovo decreto legge
Relatrici:
Anna Grasso, avvocato
Alfonsina De Sario, responsabile sportello antiviolenza donne
Questura di Foggia
Grazia Leone, giornalista TG3 RAI

Organizza ARCIDONNA circolo "Elsa Morante" in collaborazione con gli enti locali e diverse associazioni territoriali.

 

ANCONA
25 novembre
SNOQ in collaborazione con la Consigliera di Parità e con altre associazioni tra cui Terza Via, organizza in piazza fiaccolata che culminerà per l'occasione con una serie di letture.
Inoltre si chiede al comune di Ancona una assunzione di responsabilità nei confronti della violenza di genere invitandolo ad esporre per un periodo di tempo illimitato lo striscione "basta femminicidi" sulla balconata sovrastante l'ingresso principale.

 

FIANO ROMANO (ROMA)
L'Associazione Onlus "Lunaspina" di Civitella San paolo (Roma) che si occupa di accoglienza e sostegno di donne e bambini vittime di violenza e di educazione alla pace insieme alla sezione SEL di Fiano Romano e al forum femminile "Casa Palmira" sempre di Fiano Romano, organizza
per il 24 novembre dalle ore 10.00 alle ore 13.00 una presenza di donne e uomini vestiti di rosso (o con le magliette di Noino.org e dello Sciopero delle donne),in Piazza Cairoli a Fiano Romano con un gazebo e banchetto con tutto il materiale informativo sulle attività contro la violenza alle donne, simbolicamente regaleremo un nastro e fiocchetto rossi per sensibilizzare la popolazione al problema della violenza di genere. La giornata del 24 sarà anche un evento che servirà anche a pubblicizzare il Flash Mob del pomeriggio seguente.
Il 25 novembre alle ore 16.00 Flash Mob significativo sempre in Piazza Cairoli a cui chiediamo di partecipare numerosi sempre vestiti di rosso.
In entrambe le giornate chiediamo che siano esposti drappi rossi alle finestre dei cittadini e degli edifici comunali di Fiano Romano, Civitella San Paolo, Nazzano, Filacciano, Sant'Oreste e tutti i Comuni limitrofi.

 

REGGIO CALABRIA
IL "Coordinamento 25 novembre-Reggio Calabria" incontrerà nei prossimi precedenti le scuole e le atlete della pallavolo.
24 novembre saremo sulle scale del Teatro Cilea con un presidio informativo dove distribuiremo nastri rossi.
25 novembre sempre davanti al Cilea ci sarà un flash mob e dopo tutte e tutti in Piazza Italia addobbata di drappi rossi dove i ragazzi dell'Accademia delle Belle Arti produrranno un lavoro sul tema, il Centro studi danza riproporrà l"one billion rising", musicisti attori e semplici cittadine e cittadine si esprimeranno in modo libero per dire BASTA ALLA VIOLENZA SULLE DONNE IN OGNI SUA DECLINAZIONE indossando qualcosa di rosso. Sempre in piazza chiederemo l'adesione delle cittadine e dei cittadini alle richieste del nostro documento politico che presenteremo alle istituzioni locali.
Tantissime le adesioni per i drappi rossi e i 15 minuti di astensione lavorativa.
COORDINAMENTO 25 NOVEMBRE – REGGIO CALABRIA
(Comitato "Se non ora, quando?" Reggio Calabria - Arcigay "I due Mari" Reggio Calabria - Associazione "Jineca-percorsi femminili"
- "Il BaK" - Associazione "Snap" - Centro antiviolenza "Margherita" - Energia Pulita - Comitato provinciale FIPAV Reggio Calabria - Felicita
Malara - Fabrizia Biagi - Antonella Macheda - Rosalba Marotta - Silvana Salvaggio - Vasiliki Vourda - Mafalda Pollidori - Roberta Schenal)

 

Équipe didattica ed allieve del Centro studio danza danno appuntamento alle 15.30 per un flash mob sulle scalinate del teatro Francesco Cilea

 

ROMA (MONTEVERDE)
In occasione dello sciopero delle donne Sabato 23 al mercato di Piazza San Giovanni di Dio a Roma, Monteverde, distribuiremo i volantini e dei fiocchetti rossi da indossare il 25, informando la cittadinanza sull'iniziativa e invitandola a esporre il drappo rosso alle finestre. Circolo Sel Roma 12 "Pier Paolo Pasolini".

 

MARTINA FRANCA (TARANTO)

Ogni giorno, purtroppo, facciamo i conti con la parola “femminicidio” intendendo  la forma estrema di violenza di genere, ossia l’uccisione di donne in quanto donne, fenomeno drammatico che rappresenta solo la punta dell’iceberg di una violenza molto diffusa, agita in varie forme, che  colpisce a livello planetario il genere femminile. Non è più possibile tollerare tanta violenza. Bisogna agire.
senza il rispetto per noi  donne e per il nostro corpo non c’è società che tenga. La rabbia e il dolore, lo sconforto e l’indignazione, la denuncia e la consapevolezza, hanno bisogno di un gesto forte. Di un gesto fatto insieme, tante e tanti, per continuare l’urlo del 14 febbraio 2013 di piazza Maria Immacolata sotto la pioggia, per portarlo fino al 14 febbraio 2014 quando insieme balleremo e urleremo perché sia fatta giustizia a tante donne che continuano a morire a causa della violenza maschile.
La lotta alla violenza di genere deve essere un impegno per tutti, donne e uomini.
TUTTE e TUTTI  insieme con un foulard rosso,
in Piazza Roma a Martina Franca alle ore 17,30 per dire
NO AL FEMMINICIDIO
I negozianti potranno aderire esponendo una coccarda rossa. Chi non può scendere in piazza può esporre dal balcone un lenzuolo o una tovaglia rossa….un gesto e un colore simbolico per rappresentare l’energia collettiva, la forza di chi alza la testa, di chi grida forte il proprio dissenso, di chi si ribella ad ogni forma di violenza, di chi si impegna per dire BASTA ALLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE.
Centro AntiViolenza - Rompiamo il silenzio
Associazione SUD EST DONNE
Martina Franca (Ta)
www.sudestdonne.it

 

SESTO FIORENTINO

In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, indetta per il 25 novembre, Il Comune di Sesto Fiorentino- Consulta comunale pari opportunità insieme alle associazioni del territorio ha deciso di ribadire il suo impegno su queste tematiche organizzando un flash mob per le vie del centro cittadino. In particolare la giornata sarà strutturata come segue: a partire dalle 17 le persone che vorranno aderire all'iniziativa di protesta per dire BASTA al femminicidio dovranno trovarsi in piazza Ginori da dove alle 17.30 partirà la manifestazione che consisterà in un ballo di gruppo sulla scia di una coreografia studiata per l'occasione dal coreografo Rodolfo Banchelli. La coreografia si ripeterà in altri due punti della città (ore 17.45 in via Cavallotti e alle ore 18 in piazza Vittorio Veneto).Inoltre alle 18.30 nel loggiato del palazzo comunale in piazza Vittorio Veneto si terrà un flash writing mob, ovvero chiunque potrà scrivere un messaggio sul tema della violenza contro le donne, a cura del Coordinamento donne Spi Cgil di Sesto Fiorentino.      Infine alle 21 al Teatro della Limonaia (via Gramsci 426) è in programma l'iniziativa Amare da morire: letture sceniche al femminile con contributi multimediali e musica live a cura del Liceo Linguistico dell'IISS P.Calamandrei di Sesto Fiorentino.Per chi vorrà imparare la coreografia alla base del flash mob sarà possibile incontrarsi tutti insieme con Rodolfo Banchelli presso la sala riunione Area Direzione (zona uffici), del Centro Sesto di via Petrosa (1^ piano, si accede dalla vetrata che si trova all'esterno fra l'ingresso dell'OBI e l'ingresso della porta Ovest della Coop): martedì 19 novembre dalle 19.30 alle 20.30 e domenica 24 novembre dalle 11 alle 12.  Di seguito il link 

 

REGGIO CALABRIA

Udi Reggio Calabria. Intendiamo portare nelle scuole adesivi con la scritta STOP FEMMINICIDIO da fornire alle scolaresche perché prendano consapevolezza con l’aiuto degli insegnanti e nostro,  naturalmente chiederemo anche di esporre drappi rossi  e noi usciremo tutte con indumenti rossi e adesivi che distribuiremo a chi ne farà richiesta. Probabilmente ci sarà un tavolo tecnico di riflessione sulla giornata in Prefettura e saremo anche lì con i nostri simboli.

 

COSENZA

Flash mob "LIBERE" che avrà luogo alle ore 17.30 davanti la nuova sede del centro antiviolenza "Roberta Lanzino, in via Ernesto Fagiani 17 presso la sede dell' assessorato provinciale al Mercato del Lavoro e Formazione Professionale (ex INAPLI), nuova sede che verrà inaugurata alle ore 18.00.

 

RIMINI
Sabato 23 novembre ore 21. Il gruppo riminese di Voci Nel Deserto darà voce a parole di e sulle donne. La serata, a sostegno del centro antiviolenza della provincia di Rimini, Rompi IL Silenzio, sarà aperta da un contributo speciale di Anarkikka. Sala Il Lavatoio, INGRESSO LIBERO, come sempre. 25 novembre 'Sciopero delle donne'. In questo sciopero le Donne sono titolari ma gli uomini NON sono esclusi. La Violenza di genere non riguarda soltanto le donne, riguarda le loro famiglie, i loro figli, i loro amici, i loro colleghi, tutta la comunità. Riguarda gli uomini in modo particolare, quali responsabili delle violenze che vengono commesse. Nessuno è esonerato dal fornire il proprio contributo per fermare e cambiare la cultura violenta nelle relazioni umane tra donne e uomini: questo significa lavorare insieme, ragionare insieme su ciò che si può e si deve fare, lottare insieme.

"Non si può davvero capire l'esperienza di un'altra persona prima di aver percorso un miglio nelle sue scarpe."
In questo sciopero abbiamo deciso di coinvolgere principalmente gli uomini, fornendo loro la possibilità, con ironia, di 'vedere il punto di vista femminile camminando sopra un paio di tacchi'. Rigorosamente Rossi.
La prima adesione è arrivata dal Presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali, al quale sono già state donate le scarpe da 'Valleverde', a seguire Graziano Urbinati, Segretario Generale CGIL Rimini e via via molti altri, noti e meno noti.
L'appuntamento è per il 25 novembre alle ore 17,30 in Piazza Cavour a Rimini, dove verrà allestito un piccolo set fotografico. I risultati di questa 'camminata sui tacchi' saranno esposti il 7 – 8 dicembre presso lo spazio 'Gate' dell'Associazione 'Cambia-Menti' che aderisce all'iniziativa. INVITIAMO, inoltre, ad esporre lenzuola, tovaglie o pezzi di stoffa rossi esposti dai balconi e/o dalle finestre... La nostra citta' il 25 novembre dovrà essere ROSSA. Centro Antiviolenza 'Rompi il silenzio' di Rimini.

 

TRENTO
25 novembre, ore 20.30. Sala della Circoscrizione di Piedicastello (via Verruca 1) DIBATTITO con Paola Meina, terapeuta e direttrice di AFT Onlus, e Lorella Molteni, ricercatrice e autrice del libro "L'eroina al femminile" (Franco Angeli, 2011). Durante la serata verra presentato e discusso il video-documentario dello spettacolo "Mi Fido di Te", ideato e realizzato dall'associazione in occasione dell'8 marzo 2013, per sensibilizzare agli abusi e violenze "invisibili", subite quotidianamente dalle donne che presentano problematiche di tossicodipendenza e che continuano a rimanere "nell'ombra".

 

PARMA

L’associazione VAGAMONDE insieme a FESTINALENTE TEATRO da tempo impegnate a raccogliere e raccontare insieme alle donne native e straniere le loro e le nostre storie, propone per il giorno 23 novembre un momento comune di condivisione e di improvvisazione teatrale per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne (25 novembre). Si intitola “NON PER AMORE”
 L'invito è rivolto  a chi abbia voglia di sperimentare questo modo inusuale  di manifestare e sensibilizzare intorno a questo “dolore” che ancora ci chiama a raccolta, anche come pubblico presente. Non serve nessuna esperienza teatrale, sarà un momento di scambio e di sorellanza che ci farà stare bene fuori dagli schemi soliti della manifestazione tradizionale. Serve la voglia di dedicare qualche ora di prova per il giorno 20 (mercoledì) alle ore 20,30 alla sala civica del centro Bizzozzero e per la performance del sabato 23 che si terrà in piazza Garibaldi alle ore 16 (l’appuntamento per chi partecipa sarà intorno alle ore 14,30. Per quel giorno servirà essere vestite di nero (vestito o cappotto… no piumini o giacconi imbottiti), scarpe con un po’ di tacco, calze velate, gomitolo rosso, ferri da lana e una sedia.  L’idea è quella di raccoglierci circa 50-60 donne e coinvolgere tutto il pubblico presente. Vi aspettiamo.

 

CUNEO

Se non ora quando Cuneo promuove l'adesione allo sciopero attraverso un flashmob itinerante per il centro cittadino. L'appuntamento è alle ore 18 in Corso Nizza angolo Corso Dante, per un percorso di flashmob itineranti tra Corso Nizza e Via Roma.
L'invito a partecipare è rivolto alle persone (donne e uomini) e alle associazioni. L'adesione si manifesta indossando qualcosa di rosso, quale simbolo di ribellione a ogni forma di violenza, ed esprimendo il proprio pensiero sulla cultura che uccide, attraverso cartelli o quanto la creatività suggerisca. La cittadinanza è invitata ad esprimere la sua solidarietà attraverso il colore rosso esposto da finestre e balconi (coperte, asciugamani, nastri..).

 

BARI

Giraffa Onlus ha lanciato con una conferenza stampa l'appello alla cittadinanza di Bari "Drappo rosso alle finestre". La mattina del 25 novembre le scuole Istituo Giulio Cesare, Liceo Salvemini, Liceo Socrate, Euclide e Santarella sospenderanno le lezioni per far parlare con gli studenti e le studentesse della tematica della violenza maschile sulle donne.

 

MATERA

Nella mattinata del 25 si chiede ai docenti e agli studenti di tutte le età di produrre, nelle due ore di stop, del materiale di vario genere (temi, letture, poesie, disegni, video, brani musicali, verbali di assemblee,ecc...) da proporre/esporre in piazza Pascoli durante la manifestazione pomeridiana. Alle ore 17,30, appuntamento in piazza con un corteo artistico/musicale che partirà da piazza Vittorio Veneto e si dirigerà verso piazza Pascoli dove, fino alle 19,00 circa avranno luogo attività di vario genere proposte dal comitato materano di “Scioperò non basta”.

 

ROMANO DI LOMBARDIA (BERGAMO)

In piazza a Romano con la mostra "Domande Sconfinate!" dal 23 al 25 novembre.
Il 25 novembre dalle 17 alle 19 incontro in piazza indossando qualcosa di rosso e adesione allo Sciopero.

 

CERVETERI

25 novembre

Ore 9.30 le donne di Senonoraquando-Cerveteri appenderanno alla finestra del Palazzo Comunale di Cerveteri un drappo rosso.
Ore 10/13 raccolta delle scarpe e verniciatura presso l'Istituto Statale d'Istruzione Superiore"E.Mattei"
Ore 10/16 raccolta delle scarpe e verniciatura Piazza Aldo Moro (a cura di Dimensione Danza Duemila)
Ore 10.15/30 Sciopero per dire mai più alla Violenza contro le donne
Ore 11/13:50 inizio corso di Educazione Sentimentale nelle quinte classi dell'Istituto d'Istruzione Superiore "E.Mattei"
Ore 16.30 installazione Scarpe Rosse scalinata piazza Aldo Moro Piazza S.Maria ( a cura di Dimensione Donna Duemila)
Ore 17 flash mob Piazza Santa Maria (a cura di Dimensione Donna duemila)
Ore 17.30 Spettacolo musicale con Ilaria Porceddu
Ore 18 Proiezione film " We Want Sex" sala Ruspoli Piazza Santa Maria segue Dibattito "da oggi cambiamo rotta"
26 novembre
Ore 17 Conferenza Io e ...Te ovvero i ruoli della donna e dell'uomo nelle diverse culture di Vienna Marchetti( a cura dell'Auser)

 

NOVARA

24 novembre ore 8 Piazza Martiri, 1° corsa contro la violenza sulle donne. Promuovono Libera, Udi, Cgil Novara, Uisp, Anpi, Legambiente e enti locali.

26 novembre dalle 17.30 alle 19.30 presso l’Aula Magna Istituto Magistrale Contessa Tornelli Bellini: "Educare per prevenire” ne parliamo con Monica Martinelli della casa editrice SETTENOVE e Nadia Muscialini psicologa e autrice del libro “Di pari passo”.

 

CIVITA CASTELLANA (VITERBO)

Appuntamento alle 17 in Piazza Matteotti per un flashmob cittadino, organizza Arci Tour di Civita Castellana, invitando chiunque non potrà partecipare, ad esporre un drappo o un pezzo di stoffa rossa dai balconi e terrazzi delle proprie abitazioni, e i negozianti a fare lo stesso all'interno delle vetrine dei propri negozi.

 

GUSPINI (CAGLIARI)

PIAZZA XX SETTEMBRE – DALLE ORE 16.30 -
Portiamo qualcosa di rosso come segno di protesta, Appendiamo un drappo rosso alle nostre finestre

L'iniziativa è promossa dalle associazioni cittadine :

ASSOCIAZIONE FEMMINILE "XConoscereXFare"- AUSER – ASSOCIAZIONE GIOVANILE GUSPINI 2.0 - ANTEAS , MEDIO CAMPIDANO – LIBERA, PRESIDIO SILVIA RUOTOLO - CENTRO D'ASCOLTO MONS. SPETTU - AGESCI , GUSPINI 1- CIRCOLO ANSPI,ORATORIO SAN DOMENICO SAVIO - FORTITUDO - LEGAMBIENTE GRUPPO ARCHEOLOGICO NEAPOLIS – ASSOCIAZIONE FAMIGLIA AMICA – IN...CANTU DE CORU –LA CITTA' DEL SOLE – ASSOCIAZIONE IN CORO – C.C.N. APICE – ARCI - PROLOCO – COMMISSIONE COMUNALE PER LE PARI OPPORTUNITA'-
Con il Patrocinio del Comune di Guspini.

 

 

CALTAGIRONE (CATANIA)

Il Centro antiviolenza AlbaNuova di Caltagirone aderisce allo sciopero delle donne con il seguente programma:

- sensibilizzazione delle scuole superiori della città con diversi incontri
- invito ad esporre un drappo rosso il 25 novembre
-manifestazione in Piazza Municipio dalle 10 alle 13 a cui hanno aderito scuole, sindacati e molte donne... saranno tracciate sagome di donne con indumenti rossi, si alterneranno minuti di silenzio a letture. Ogni donna che parteciperà avrà indossato qualcosa di rosso. Centro Antiviolenza AlbaNuova, Via Grazia 44 - Caltagirone

 

MANTOVA

L’iniziativa si svolgerà in Piazza Martiri alle ore 17.30 a Mantova. Ogni donna partecipante avrà con sé un paio di scarpe rosse ed una piccola torcia per fare luce durante l'evento/corteo. Le scarpe verranno posizionate su una scalinata della piazza. Ci raccoglieremo tutte e poi sfileremo per le vie della città con i nostri striscioni. Tornate in piazza intoneremo canti della tradizione popolare femminista. Verranno distruibiuti volantini sul femminicidio e la condizione della donna.

 

PERUGIA

Appuntamento all'ingresso di Palazzo dei Priori, lato Corso Vannucci. Tutte le persone che arrivano,indossando qualcosa di ROSSO (guanti, cappelli, foulard, t-shirt, fiocchi etc...), si salutano e si dispongono in cerchio, prendendosi per mano, formando tanti cerchi, come tanti anelli di una catena.
Segue un flasmob, poi una delegazione delle operatrici del progetto Umbria Antiviolenza e dell'associazione Liberamente entreranno in Consiglio Comunale e appenderanno alla finestra di Palazzo dei Priori un drappo rosso che rimarrà appeso per tutta la giornata come segno distintivo che sottolinea l’importanza della giornata e la forza dell’impegno di tutte/i. Al termine le persone possono scrivere i loro pensieri, le loro emozioni su dei fogli che troveranno appesi alla Fontana Maggiore. Le organizzatrici invitiano tutte/i coloro che vogliono già dare il loro contributo scritto ad inviare via mail i loro pensieri in relazione al tema della giornata all'indirizzo di posta di seguito riportato, alcune di queste riflessioni saranno selezionate e appese sulla Fontana Maggiore [ Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ].
Durante l'azione di piazza saranno presenti dei banchetti informativi organizzati dall'Associazione “Rete Delle Donne Antiviolenza” e inoltre ci sarà la partecipazione attiva dell'U.D.U. e della Rete degli Studenti.

 

FINCHé MORTE NON CI SEPARI - progetto teatrale itinerante aderisce allo Sciopero delle donne - Qui il programma definitivo: Torino, Maneggio Cavallerizza Reale ORE 21 Associazione Liberi Pensatori Paul Valery, Stefania Rosso, Daniela Vassallo, Manuela Grippi; Genova, ALTROVE Teatro della Maddalena - Piazzetta Cambiaso, 1 , ore 21, Raffaella Tagliabue ed Elena Dragonetti; Val di Susa, Credenza di Bussoleno ore 21, TeatroInRivolta, Patrizia Monica Triolo, Tiziana Pasquero, Elena Garbier , Milano ore 18.30 Circolo Arci Milan Noeuva, Via Pascoli 4 – Teatro MACAO, Viale Molise 68 ore 21, Karin De Ponti e Valentina Scattolin accompagnate dalla suonatrice di viola Priscilla Panzeri, regia di Karin De Ponti e Valentina Scattolin; Verona, Biblioteca Civica ore 15, Libreria Pagina 12 ore 16:30, Foyer del Teatro Camploy, ore 19, Isabella Dilavello e Margherita Sciarretta; Vicenza, Palazzo Bonin Longare, Via Palladio 13, ore 18:30, Patricia Zanco e Patrizia Laquidara; Trieste, Sala del Consiglio Comunale ore 21, Trieste, Sara Alzetta; Venezia, Teatro Marinoni Bene Comune, Lungomare Gabriele D'Annunzio, Lido – ore 21, Eleonora Marzani, suono a cura di Marta Sales; Rimini, Sala del Consiglio presso Biblioteca Comunale,San Giovanni in Marignano (Rimini) ore 21:30, Silvia Giorgi e Virginia Spadoni con quartetto femminile di sassofoni Le Singeleé; Roma, Teatro Valle Occupato,Via del Teatro Valle 21, ore 21, Monica Scattini accompagnata dalla violoncellista Julia Kent; Bari, Aula Consiliare della Provincia, ore 21, Anna Garofalo e le Faraualla; Galatina, P. Art, via P.Cafaro 2, ore 21, Ivana Lotito, Claudia Lerro, regia di Manfredi Saavedra; Agrigento, OpenSpaceTheatre, Via Empedocle 159, ore 21, Ilaria Bordenca; Bologna, Associazione Menomale,Via de Pepoli 1/A, ore 21, Compagnia Teatrale Gli Incauti, Giulia Valenti; Ragusa, Lanificio Centro Produzioni Ragusa, ore 21, Compagnia Teatrale G.O.D.O.T. Con Federica Bisegna, Lucia Sardo e le loro allieve, regia di Vittorio Bonaccorso, musica a cura di Erik Cascone; Varese, Teatro di Varese, ore 21, Clarissa Pari e Jane Bowie; Senigallia, Auditorium San Rocco, ore 21; Catia Ubinelli, Campobasso, Teatro Savoia, ore 21, Chiara Cavalieri e Paola Cerimele, regia di Manfredi Saavedra, musiche di Antonio Romano; Cagliari ore 21, Rita Azteri e Maria Loi

 

LENO (BRESCIA)

Ilcrowdknit-cafè di Leno ha aderito alla proposta del gruppo "tempo intrecciato" e realizzerà una sciarpa rosa-rossa che verrà posizionata all'esterno del Teatro Comunale di Leno dalla sera del 23 novembre; sarà presentato lo spettacolo teatrale " Centotretasette-il numero delle donne uccise in Italia nel 2012" prodotto e realizzato dall'Ass. Culturale "Teatro Dionisio" in collaborazione con l'ass. socio culturale "Donne Oltre".  

 

POGGIOMARINO (NAPOLI)
Domenica 24 Novembre dalle ore 10 allestimento gazebo in Piazza de Marinis, distribuzione rose in carta pesta, bacheca dei pensieri e realizzazione video "Poggiomarino dice basta!" e iniziative volte alla sensibilizzazione.

Lunedì 25 cineforum, visione del documentario "A casa non si torna, storie di donne che svolgono lavori maschili" di Lara Rongoni e Giangiacomo De Stefano, a seguire dibattito.

 

BARLETTA

Osservatorio Giulia e Rossella Centro
Antiviolenza ONLUS I.S. organizzano dal mattino del 25 novembre "Una giornata al centro antiviolenza: basta con le parole".
Le operatrici del Centro antiviolenza di Barletta, che da 14
anni ormai lo gestiscono ininterrottamente, occupando di fatto dal febbraio
2011 i locali del Comune senza alcun riconoscimento istituzionale, offrono alle
 donne una giornata intera di apertura. Saranno presenti al CAV (centro antiviolenza) per dare informazioni, ascolto, sostegno legale e psicologico, nella consapevolezza che
per uscire dalla spirale della violenza servono gli strumenti, molto più delle
parole.
Piazza Moro 16, 1° piano
Aderisce all'iniziativa anche l'Istituto Tecnico Economico "M. Cassandro" di Barletta, con le alunne e gli alunni delle classi 3 e 4 A del corso di Amministrazione Finanza e Marketing e della classe 5 del corso Igea.

 

CATANIA

Le Voltapagina, SNOQ CT, Arcigay Catania, Associazione Antimafia Rita Atria, Associazione Casablanca aderiscono allo Scioperò delle donne. Il 25 novembre è anche la giornata in cui, a Catania, inizia il processo d'appello per il femminicido di Stefania Noce, processo chiusosi in primo grado con la condanna all'ergastolo dell'omicida. Le manifestazioni inizieranno al mattino con un presidio al tribunale di Catania durante l'udienza, proseguirà nel pomeriggio in piazza Stesicoro dove dalle 16:00 alle 18:00 tutte le associazioni aderenti creeranno dei momenti di sensibilizzazione e informazione sulla violenza di genere. Si sono unite anche Udi Catania, Cope, AssociazioneSen Licodia, la Ragna-tela, Città Felice, ASIFI, OpenMind GLBT Catania, CGIL Catania, Futuro Prossimo cooperativa sociale, ANPI Catania, Movimento Femminista Proletario Rivoluzionario, Circolo Impastato Scordia.

 

Gli studenti del Liceo Artistico statale "Emilio Greco "di Catania in collaborazione alle Associazioni di Volontariato Fratres e Mani Tese, allestisce in Piazza Università l'installazione delle "Scarpe Rosse" contro il femminicidio, rappresentando nella mattinata una drammatizzazione del Mito di Persefone e flash mob sul tema . Dalle ore 9.00 alle 20.00 Piazza Università ,CATANIA

 

 

 

AFFI (VERONA)

Le donne di TèDonna Cavaion Veronese aderiranno allo sciopero delle donne del 25 novembre con una serata di letture del libro Ferite a Morte di Serena Dandini presso la Villa Elena ad Affi (Verona).

 

ASTI

Un cuore rosso dentro la città. Così il coordinamento Donne della Cgil di Asti intende protestare contro il femminicidio il 25 novembre, dopo aver aderito allo Sciopero delle donne. Questo, nel dettaglio, il programma per la giornata:

Il Coordinamento Donne Cgil Asti scriverà a tutti gli Enti Pubblici del territorio invitandoli ad esporre drappi rossi a finestre/balconi;

- scriverà alle lavoratrici di vestirsi di rosso per quel giorno e, ove possibile, programmare delle fermate simboliche

- alle h. 14,30 del 25/11, in Piazza San Secondo sede del Municipio, sarà circondato di rosso il cuore della città, con la partecipazione delle   studentesse e degli studenti, delle lavoratrici e delle pensionate.

- un gruppo musicale farà la colonna sonora, e saranno letti brani sul tema

l'8 novembre sarà invitata Marisa Ombra, scrittrice e staffetta partigiana, a parlare del suo ultimo libro "Libere sempre".

Luisa Rasero

 

CAVA DE' TIRRENI (SALERNO)

L'associazione Frida-contro la violenza di genere organizza un flash mob contro il femminicidio presso Piazza Duomo.

Programma:

ore 19.00: distribuzione candele rosa a tutti i passanti

ore 19.30: dibattito sul femminicidio con a seguire un minuto di silenzio durante il quale verrà proiettato un video e fatto volare in cielo, con dei palloncini rosa, un lenzuolo bianco con sù scritto i nomi delle vittime. Infine parte il flash mob.

Le donne sono invitate ad indossare vestiti bianchi.

 

GROTTAGLIE (TARANTO)

Donne in Rosso in collaborazione con Cibo per la mente organizza "Donne per la mente" un evento che aderisce allo #scioperodelledonne, ma che si terrà qualche giorno dopo, venerdì 29 novembre presso Cibo per la Mente via Duomo Taranto.

Alle ore: 21:00 inaugura la mostra "WOMAN IN RED" a cura di Christina Hope Fotografia in collaborazione con Jenny Ungaro J.art (Jenny Ungaro) che realizzerà live un bodypainting creato per l'occasione. Letture, artisti di strada e dj set per tutta la serata.

La mostra rimarrà aperta per una settimana e sarà possibile visionare i lavori durante le ore di apertura del caffè letterario Cibo per la mente.

 

LEQUILE (LECCE)

Flash mob con drappo rosso, corteo delle donne in sciopero e una rappresentazione teatrale in chiusura.

 

SARTEANO (SIENA)

23 NOVEMBRE – ore 18.00 Sala Mostre
inaugurazione mostra fotografica SCATTA PER IL NO di Mauro Sini e lancio ufficiale della campagna di sensibilizzazione

24 NOVEMBRE
• ore 17.00 performance teatrale sul femminicidio a cura della Nuova Accademia degli Arrischianti "LE PAROLE SONO PIETRE"

 

• ore 17.30 conferenza a cura dell'Associazione Amica Donna sul "Centri Antiviolenza e le norme sulla Violenza di Genere"
interverranno:
Luisa Gandini – Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Sarteano
Avv.Nicoletta Bianchi - consulente legale AmicaDonna
La normativa sulla violenza contro le donne

 

Assunta Bigelli - Presidente Associazione Amica Donna
I percorsi di uscita dalla violenza

 

25 NOVEMBRE
Ore 16.30 P.zza XXIV Giugno
• IN ROSSO Istallazione di scarpe rosse a cura dell'Auser
• Flash mob Un ballo contro la Violenza sulle Donne

 

Ore 17.30 replica de "LE PAROLE SONO PIETRE" performance teatrale sul femminicidio a cura della Nuova Accademia degli Arrischianti

 

26 NOVEMBRE ore 21.00 proiezione Film "Ti do i miei occhi" di ICIAR BOLLAIN
Dibattito sul film coordinato dalla Psicologa Dr.ssa Beatrice Falistocco

 

27 NOVEMBRE ore 21.30 Teatro Comunale Concerto "The Moody Blue Sisters" : il Soul di Sheila, il Jazz di Daria, il Blues di Martina e il Rock di Nora
29 NOVEMBRE ore 18.00 Biblioteca Comunale "La parola agli uomini" Uomini e donne a confronto coordinati dalla psicologa Dr.ssa Pinella Mostardi.

 

 

 

TERNI

Terni Donne, come ogni anno, scende in piazza per focalizzare l'attenzione della città di Terni sulla violenza maschile sulle donne. Per lo Sciopero delle donne proponiamo innanzitutto un'azione individuale ovvero quella di appendere, ognuna alle proprie finestre, un drappo rosso in segno di protesta e scattare una foto da mandarci.

In secondo luogo proponiamo di ritrovarci in Piazza della Repubblica davanti alla BCT con indosso un paio di guanti rossi; ci disporremo in ordine sparso su tutta la piazza mentre partirà la canzone Sciopero; appena finirà la canzone ci metteremo tutte a braccia conserte per 5 minuti, in silenzio. Il silenzio verrà poi rotto da una di noi che griderà la parola LIBERTÀ che poi verrà ripetuta da tutte le altre, poi un'altra parola, sempre ripetuta, poi un'altra e cosi via. Alla fine della lista partirà una canzone che segnerà la fine della performance. Le parole d'ordine che grideremo si ispirano all'appello dello Sciopero.

Chi volesse proporre una parola da gridare in piazza può inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

***Per chi non avesse un drappo rosso e i guanti rossi stiamo provvedendo all'acquisto di un rotolo di TNT (tessuto non tessuto) rosso che taglieremo in due misure e i guanti che tingeremo: Drappi: 80x100 (misura piccola) 160x100 (misura grande)

Chiediamo un piccolo contributo per l'acquisto del materiale: 5 euro: drappo grande e 1 paio di guanti di cotone rossi; 3,5 euro: drappo piccolo e 1 paio di guanti di cotone rossi; 1 euro: 1 paio di guanti di cotone rossi.

Vi preghiamo di indicarci il numero di drappi che volete prendere e quante paia di guanti inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. e lasciandoci un recapito telefonico (vi indicheremo poi il luogo e il giorno in cui sarà possibile ritirare il proprio drappo) entro il 4 Novembre p.v. Stiamo anche pensando di creare un'istallazione con quante più possibili paia di scarpe da donna rosse, così come avviene ormai da mesi in diverse città di Italia. Per informazioni, proposte e collaborazioni vi invitiamo ad inviarci una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Terni Donne

 

SAN MARINO

Il Club Soroptimist, la SUMS femminile, e il Kiwanis, per celebrare la giornata mondiale contro la violenza di genere, insieme a donne impegnate a livello politico e sociale della Repubblica di S. Marino, hanno costituito un progetto comune, denominato “proDomina”, per sensibilizzare la cittadinanza sammarinese al tema della violenza di genere e in particolare la violenza domestica, in considerazione dell’aggravarsi del fenomeno che si è reso ormai insostenibile.

Quest’anno il 25 Novembre cade di lunedì, e in accordo con l’Authority per le pari opportunità e la Commissione per le pari opportunità, il gruppo “proDomina” ha deciso di espletare la sua funzione di sensibilizzazione della cittadinanza sammarinese in data 24 Novembre

II programma della giornata è articolato in più parti.

1. Installazione di grande impatto su Pianello con la disposizione delle ormai classiche “scarpe rosse” con posizionamento di un grande mantello rosso sulla statua della Libertà che verrà posta in essere alle 13:00

2. Un corteo silenzioso e variegato per le vie del centro storico di S. Marino dalle 15:00 alle 16:00 con partenza dal Pianello, scendendo per Contrada del Collegio, Piazzetta del Titano, Via Basilicius con temine alla Porta del Paese.

3. Dalle 16:15 alle 17:15 conferenza alla sala SUMS tenuta dal Dr. Mario De Maglie, psicologo e psicoterapeuta, coordinatore del Centro di Ascolto Uomini Maltrattanti (C.A.M.) di Firenze, dal titolo: “Uomini autori di comportamenti violenti. Chi sono e importanza di una loro presa in carico. Aspetti sociali e clinici del fenomeno della violenza domestica”

4. Dalle 18:00 alle 19:00 si terrà un’azione teatrale a regia di Fabrizio Raggi dal titolo: “In cerca di guai? No grazie Amore mio” che verrà messa in scena in un luogo insolito per una manifestazione teatrale, ma altresì molto famigliare alle donne sammarinesi in generale: il supermercato Titancoop di Valdragone. Nel nostro logo (allegato) è prevalente il colore rosso, medesimo colore che fa da filo conduttore di tutte le manifestazioni femminili, il nome proDomina scritto così racchiude il concetto più importante che vogliamo esprimere: facendo scivolare quella D più in basso, emblematicamente quello che vogliamo dire è: la donna è troppo spesso considerata inferiore, ma deve riacquistare la dignità di donna con la D maiuscola, e questo è il nostro obiettivo filosofico-culturale.

Saremo in tante anche il 25 Novembre per le manifestazioni Istituzionali coordinate dall’Authority per le pari opportunità nel nostro Stato. Buon lavoro a tutte, Francesca A. Nicolini

 

PRIVERNO (LATINA)

A Priverno (Latina) sette associazioni (Pro-loco Priverno - Nova Quadrivium - Se Non Ora Quando Priverno - Komen Priverno - Sistema Museo Priverno - Viale del Cinema - A Portata di Mamma e Rosa dei venti orientamento donna) aderiscono allo Sciopero e la loro collaborazione darà vita ad un evento popolare, suddiviso in nove giornate, che avrà inizio il 23 novembre e terminerà il 1 dicembre 2013. Nei portici comunali siti nella Piazza centrale, si ospiterà nell'arco delle giornate l’allestimento di opere dedicate proprio alla violenza contro le donne. Nella ex sala consiliare avverranno gli spettacoli teatrali e concertistici, i convegni e gli incontri con le scuole. Sempre i portici ospiteranno momenti di approfondimento con laboratori, testimonianze della biblioteca vivente, incontri e progetti contro la violenza.

Di seguito il programma completo della settimana:

23 novembre

ore 17,00 – convegno con Nicoletta Pirozzi e telefono rosa “I diritti delle donne”(ex sala consiliare)

ore 18,00 – inaugurazione mostra “ Animo….D” (portici comunali)

24 novembre

– ore 17,00 – evento bambini (ex sala consiliare)

25 novembre

– ore 16,30 – performance (piazza del comune), letture e proiezione corti (portici comunali)

26-27-28 novembre

– ore 10,00 dibattito con le scolaresche (ex sala consiliare)

– ore 17,00 laboratori donne (portici comunali)

– ore 18,00 esibizione corso autodifesa (piazza del comune)

29 novembre

– ore 18,00 spettacolo teatrale (ex sala consiliare)

30 novembre – letture e proiezione corti (portici comunali)

1 dicembre

– ore 18,00 spettacolo “Carmen” (ex sala consiliare)

 

PIEVE EMANUELE (MILANO)

 

Domenica 24 dalle ore 10 alle 12 in Piazza Impastato realizzeremo l'evento Drappo rosso, anticipazione della iniziativa lo sciopero delle donne. Un lungo trappo rosso verrà posizionato sulla piazza come fosse un fiume, quindi non completamente aperto. Lungo tutto il percorso verranno posizionate dei cartellini bianchi con indicato il nome di tutte le donne uccise di femminicidio nel 2013.
Lunedì 25 per tutto giorno saranno appesi alle finestre e balconi dei drappi rossi

 

 

SAN POTITO ULTRA (AVELLINO)

Le amiche delle "Associazioni Amici del Museo del Lavoro di San Potito Ultra, Banca del Tempo "APasso Di Donna"e associazione politIco/culturale Progetto Comune hanno deciso di aderire alla giornata del 25 novembre con una serie di iniziative. Aspettando il 25 novembre abbiamo già organizzato lo spettacolo sul Femminicidio di Serena Dandini “Ferite a Morte” e lanciato un Bando di Concoso “Stop Violenc - Un Manifesto Per Protestare Contro La Violenza Sulle Donne”. Nella gionata del 25 inonderemo la nostra comunità di drappi rossi e organizzeremo attività convegnistiche e proiezione di film sul tema del femminicidio. Grazie. Promotrici: Valentina Picone (associazione Progetto Comune) - Giuseppina Porfido (associazione Amici del Museo del Lavoro di San Potito Ultra e Banca del Tempo). 

 

TORINO

Data iniziativa: sabato 23 novembre 2013; ora: 15.30/16; luogo: Piazza Castello, angolo Via Garibaldi

Coming out: proponiamo a chi non può esserci fisicamente di mandare un video clip o la disponibilità a poter leggere i coming out che abbiamo ricevuto via posta (per chi lo ha fatto, mandateci conferma e se volete modificarli potete sempre inoltrarli a questa mail). Altre proposte verranno discusse nella prossima riunione: Lunedì 4 novembre ore 16.30, nella sede del Centro Studi. Pubblicheremo l'aggiornamento sulle proposte nel sito di xxd (http://www.xxdonne.net).

centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile, corso San Maurizio, 6, Torino

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

BOLOGNA

Associazione Armonie:

Apertura sede di Armonie, via E. Levante 138, per tutta la giornata del 25novembre

- Lenzuoli rossi alle finestre e grande striscione con scritto BASTA FEMMINICIDIO! su Via Emilia Levante – li esporremo entro breve

- Associazione aperta dalle h. 11:00 alle h. 17:00-17:30 circa (orario in cui ci sposteremo verso il corteo) come spazio libero e liberato in cui le donne possano incontrarsi e manifestare con altre donne, fuori dal contesto del lavoro di cura, salariato, imposto, ecc. http://www.women.it/armonie/

- Presidio/flash mob davanti Armonie su via Emilia Levante dove ci renderemo visibili con cartelli e rallentando il traffico

- Saranno con noi le donne del Gruppo Poesia98 che faranno letture in strada di poesie e landay con megafoni e distribuzione dei landay (x info landay: http://cartesensibili.wordpress.com/2013/06/25/tempiquieti-e-i-landays-vittoria-ravagli-presenta-il-percorso/ )

- Ci vestiremo di nero con fazzoletto rosso al braccio o altra connotazione rossa per essere il più visibili possibile e porteremo i ns tamburi

-All’interno di Armonie - dove sarà possibile scaldarsi e usare i servizi igienici - sarà proiettato a ciclo continuo il video 'Storia di donne' realizzato da Pentagono

Allestimenti Musei in collaborazione con la Casa delle donne

-   Mercoledì 20/11 h. 20:30 - come iniziativa verso il 25/11 sarà proiettato lo spettacolo teatrale di Franca Rame “Sesso? Grazie, tanto per gradire”

 

FIRENZE

Avendo da sempre dedicato il consiglio comunale del 25 novembre alla denuncia dei femminicidi, anche quest'anno ripeteremo l'iniziativa istituzionale ed andremo ad appendere un drappo rosso – come da voi suggerito – al balcone di Palazzo Vecchio durante la seduta. M.Federica Giuliani, presidente Commissione Pari Opportunità Comune di Firenze.

Appuntamento dalle 11.00 alle 12.00 all'iniziativa SCARPE ROSSE promossa dallo SPI CGIL in p.za Santa Croce, leggendo dei brani ed elencando le donne vittime di femminicidio del 2013.

 

CAPRI aderisce alla giornata Nazionale del 25 Novembre contro la violenza sulle Donne attraverso lo Sciopero delle Donne. Le organizzatrici, Fabiana e Concetta, già promotrici del primo flash mob dell'Isola lo scorso 8 Marzo "break the chain", si fanno portavoce di un vasto numero di donne capresi ed anacapresi che aderiranno molto volentieri alle iniziative per contribuire in modo efficace alla giornata di "sollevazione". Noi avremmo pensato di allargare la giornata con una serie di iniziative, partendo dal primo pomeriggio con due proiezioni aperte a tutti, e pensavamo al documentario "Il corpo delle donne" e il film spagnolo "Ti do i miei occhi", molto bello e assolutamente indicato, perché vorremmo dare spunti di riflessione oltre che un segnale più "diretto" e "teatrale" della protesta. Poi, in concomitanza con la mobilitazione nazionale, vorremmo organizzare un flash mob e/o una cordata di donne...

 

PISTOIA

Come insegnante di educazione fisica dell'Istituto professionale B.de Franceschi di Pistoia, per il 25 novembre intendo coinvolgere gli studenti attivando (già dall'inizio dell'anno scolastico ) la preparazione di uno spettacolo in cui essi stessi interpreteranno le letture tratte dal libro Ferite a morte di Serena Dandini , spettacolo da svolgersi appunto il giorno dello sciopero in assemblea d'istituto, Antonella.

 

CASTEL GOFFREDO (MANTOVA )

La Giunta Comunale di Castel Goffredo ha deciso di aderire all'iniziativa "Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza - Lo sciopero delle donne” in collaborazione con la Provincia di Mantova, che ha già aderito e che ha promosso un programma integrato di iniziative sul tema della prevenzione e contrasto alla violenza di genere in collaborazione con i Comuni del territorio mantovano. Il Comune si impegna ad esporre in un luogo pubblico ben visibile, dal 23/11/2013 al 25/11/2013, un drappo rosso sul tema.

 

TERAMO

Il 25 novembre fiaccolata e installazione in Piazza Martiri della Libertà di un posto occupato, seguirà la proiezione di un videoclip realizzato in collaborazione dell'associazione culturale Interamnia Ludica. Organizza Meetup Amici di Beppe Grillo Teramo

 

Per comunicazioni o info scrivere a

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L'Appello

Scioperiamo. Per fermare la Cultura della violenza 

Pensavamo che l'uccisione di Fabiana, bruciata viva dal fidanzato sedicenne, esprimesse un punto di non ritorno. Invece no. L'insulto che è stato rivolto alla ministra Cécile Kyenge – da un'altra donna – dice molto più di quanto non vogliamo ammettere. E di fronte ad una violenza verbale simile, non ci sono scuse o giustificazioni che tengano. Noi non siamo mai state silenziose, abbiamo sempre denunciato questi fatti, le violenze fisiche e quelle verbali. Ma non basta. Leggi

banner anarkikka

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritti nella nostra Cookies Policy.

Acconsento all'utilizzo dei cookies su questo sito